Oggi

Il secolo d’oro della favola fu il XVIII secolo.

Sotto il camuffamento degli animali delle favole gli illuministi lasciavano intravedere la sottostante razionalità. Vari esempi: in Italia  Giovanni Meli, autore di “Favuli morali” in siciliano. In Francia Jean-Pierre Claris de Florian, nipote di Voltaire, in Inghilterra John Gay, in Spagna Tomás de Iriarte e Félix María Samaniego. Anche in Germania con Christian Fürchtegott Gellert, in Danimarca Edvard Storm, in Polonia Ignacy Krasicki e in Russia Ivan Ivanovic Dmitriev,  ministro di Alessandro I di Russia, e Ivan Andreevič Krylov, giudicato il più grande scrittore di favole russo.

Nel XIX secolo alle favole vennero preferite le fiabe.

Eppure non mancarono grandi autori di favole, per esempio Cristóbal de Beña e Juan Eugenio Hartzenbusch in Spagna; Bierce negli Stati Uniti d’America (come mezzo di satira politica) e Beatrix Potter in Inghilterra; autrice di favole più vicine alle convenzioni del passato. Scrisse favole anche il grande Tolstoj il quale le inserì ne “I quattro libri di lettura”scritti per i figli dei contadini che frequentavano la sua scuola.

Nel XX secolo si ha un ritorno alla tradizionale fiaba esopiana.

Alcuni esempi: Pietro Pancrazi, autore della raccolta “L’Esopo moderno” (1930), poeti dialettali quali Trilussa, autore di favole in romanesco o Vittorio Butera, autore di favole in calabrese. Ricorsero alla fiaba anche scrittori “impegnati” quali Italo Calvino con “Marcovalco”, Leonardo Sciascia, George Orwell il cui romanzo “La fattoria degli animali” è una parabola del comunismo sovietico raccontata con elementi di Esopo, e il Rudyard Kipling del “Il libro della giungla”Anche Franz Kafka scrisse favole in lingua tedesca, Čukovskij in lingua russa, Damon Runyon e James Thurber in lingua inglese.

Anche nel XXI secolo si scrivono favole!

Lo scrittore napoletano Sabatino Scia è l’autore di più di duecento favole che definisce favole di ‘protesta occidentale’. I protagonisti non sono sempre animali, ma anche cose, elementi della natura. L’obiettivo è sempre, come nella favola tradizionale, giocare un ruolo di rivelatore della società umana.

Annunci
wordpress